Foto delle tartarughe ninja

Scopri la storia delle Tartarughe Ninja e come questa banda è diventata un'icona della cultura pop

avatar di rafael braga
Dai fumetti agli schermi cinematografici, i personaggi mutanti hanno avuto molto successo anche nei videogiochi; capire

la storia di tartarughe Ninja ha origine negli anni '1980 e tutti boom Uno dei personaggi improbabili venne alla luce nel decennio successivo, negli anni '1990. Il gruppo di quattro tartarughe che sapevano combattere e erano appassionate di pizza debuttò in una storia pubblicata a fumetti.

Subito dopo la loro prima apparizione, le tartarughe adolescenti e gli abitanti delle fogne di Manhattan Sono diventati un vero fenomeno e hanno conquistato gli schermi televisivi, i cinema, hanno vinto numerosi titoli nei videogiochi e fanno ancora parte dell'immaginario di migliaia di appassionati.

Successivamente, segui alcune delle traiettorie degli alunni di Maestro Splinter e come sono diventati icone nella cultura pop.

Come sono apparse le Tartarughe Ninja?

Era una notte casuale del 1984 quando due amici crearono le Tartarughe Ninja. Nel tuo appartamento, Pietro Laird e Kevin Eastmann Hanno preso ispirazione e hanno disegnato una tartaruga che indossava una maschera e una specie di spada.

Alla fine di quel pomeriggio, dopo diverse idee, i due amici avevano già disegnato quattro tartarughe, prima nominate proprio tartarughe Ninja. Tuttavia, il nome cambierebbe in Adolescenti tartarughe ninja mutanti, andando un po' in linea con altre storie dell'epoca pubblicate nei fumetti.

Disegni iniziali del tmnt
Disegni iniziali delle Tartarughe Ninja, realizzati da Eastman e Laid. Foto: Google/Riproduzione.

Qualche tempo dopo, e approfittando di una somma che avrebbero dovuto ricevere in rimborso fiscale, più un prestito concesso dallo zio di Kevin, i due crearono la Miraggio Studios e ha pubblicato la storia antica di tartarughe Ninja.

La prima apparizione avvenne nei fumetti pubblicati dai due amici in modo indipendente e l'idea originale prevedeva una sola edizione che presto crebbe e ottenne un grande successo, diventando una pubblicazione periodica.

Durante tutti gli anni di esistenza, il tartarughe Ninja Hanno avuto un grande successo in tutto ciò che hanno fatto, diventando un franchising solido con molti anni di esperienza nei formati più diversi.

Le quattro Tartarughe Ninja

Tmnt classico
Le Tartarughe Ninja nell'orfanotrofio: Raffaello (al centro), Michelangelo, Leonardo e Donatello (dietro). Foto: Google/Riproduzione.

Inizialmente furono allevate quattro tartarughe. Gli schizzi iniziali non mostravano molte differenze, ed è possibile notare che i quattro compaiono nei primi fumetti senza distinzione di colore sulle strisce, poiché utilizzano tutti lo stesso rosso.

Formatosi nell'arte di ninjutsu — Arte marziale giapponese che utilizzava i ninja per avanzare nel territorio nemico — di Maestro Splinter, un topo con abilità e tecniche speciali nelle arti marziali, i quattro tartarughe Ninja portavano caratteristiche particolari e diverse, oltre, ovviamente, alla comune passione per la pizza.

  • Leonardo - è il leader del gruppo ed è noto per il suo coraggio e la sua dedizione. Il nome è ispirato a Leonardo da Vinci, importante pittore rinascimentale. Le tue armi lo sono katana e come ninja-to, due spade usate in combinazione: indossa una maschera blu;
  • Donatello — intelligente e astuto, Donatello, con la maschera viola, è la tartaruga responsabile della tecnologia. Anche il suo nome è un omaggio all'artista rinascimentale e la sua arma è una Bo, un tipo di bastone lungo utilizzato in ninjutsu. Donatello è noto per usare la sua intelligenza per risolvere i conflitti nel modo meno violento possibile;
  • Raphael - Conosciuto come il cattivo ragazzo della classe, Raffaello indossa una maschera rossa e un'arma chiamata “fuori”, una specie di pugnale-tridente d'acciaio. La sua aggressività è un punto di forza e Raphael è sempre pronto al bel combattimento;
  • Michelangelo – dal nome del pittore, scultore e architetto rinascimentale Michelangelo. Può essere considerata la più giocosa di tutte le tartarughe e la sua immaturità è talvolta un elemento comico e ha un lato avventuroso e innocente. Indossa una maschera arancione e le sue armi sono un paio di nunchaku.

Altri caratteri

    Oltre alle bonarie Tartarughe Ninja, ci sono anche altri personaggi importanti per la trama e l'intera storia che mantengono il quartetto ossessionato dalla pizza e dalle arti marziali. Guardare!

    Maestro scheggia tmnt
    Il Maestro Splinter nella sua versione classica. Foto: Pinterest.
    • Maestro Splinter – il topo mutante è il sensei e la figura paterna delle tartarughe. Imparato il ninjutsu con il tuo padrone, Hamato Yoshi. In alcune serie, Scheggia è se stesso Hamato Yoshi trasformato in un topo e il suo nome ne è una parodia Bastone, mentore di demolitore;
    Foto di aprile O'Neil
    April è la migliore amica umana delle Tartarughe Ninja. Foto: Google/Riproduzione.
    • Aprile O'Neil – è una grande amica umana tartarughe Ninja e suscita anche un interesse amoroso per Casey Jones. Inizialmente appare come programmatrice e assistente di uno scienziato e, subito dopo, come reporter televisiva;
    Foto di Casey Jones
    Casey Jones è attivo anche nella lotta alla criminalità a New York. Foto: Pinterest.
    • Casey Jones – Il personaggio combatte il crimine e appare sempre con una maschera da hockey e bastoni per il golf, l'hockey e altri sport. È interessato ad April O'Neil e ne è un grande amico tartarughe Ninja;
    foto del cacciatorpediniere tmnt
    Il più grande nemico delle Tartarughe Ninja si nasconde nella loro armatura. Foto: Pinterest.
    • destruidor – è l’arcinemico di tartarughe Ninja, capo di Clan del piede e semina il terrore a New York. Usa un tipo di armatura con oggetti appuntiti e insieme all'alieno Krang, cercano di rendere la vita difficile alle tartarughe;
    foto di krang tmnt
    Krang è un alleato del Distruttore nonché una minaccia interplanetaria. Foto: Screen Rant
    • Krang – il cattivo vuole dominare la Terra e, insieme al destruidor, comporta pericoli reali per gli esseri umani, ponendo tartarughe Ninja lavorare. Il mostro utilizza un corpo meccanico e il suo vero corpo è all'interno di una cupola di vetro, nel busto del corpo;
    foto di Baxter Stockman
    Il brillante scienziato si trasformò in una mosca. Foto: Screen Rant.
    • Baxter Stockmann – Il dottor Baxter Stockman è uno scienziato brillante e frustrato che finisce per lavorare per il Distruttore, creando ogni tipo di ostacolo per il tartarughe Ninja. Dopo aver preso un siero mutante, finisce per trasformarsi in una mosca e usare la sua intelligenza per scopi malvagi;
    Foto dei cattivi del TMNT
    I due cattivi mutanti hanno anche dato molto lavoro alle Tartarughe Ninja. Foto: Google/Riproduzione.
    • Bepop e Rocksteady – i due erano umani che si trasformarono rispettivamente in un cinghiale mutato e in un rinoceronte. Eseguono gli ordini del Distruttore e, prima di trasformarsi, erano pericolosi criminali che lavoravano, ad esempio, come trafficanti d'armi.

    Presenza nei fumetti e in televisione

    la storia di tartarughe Ninja è intrinsecamente legato ai fumetti. Durante gli anni '1980, le quattro tartarughe furono presentate al pubblico attraverso un fumetto che ebbe una tiratura modesta di 3 copie.

    Le prime storie di tartarughe Ninja sono più rivolti ad un pubblico adulto e, al loro debutto, il quartetto mutante addestrato dal topo ninja, Maestro Splinter, ha raggiunto una seconda tiratura di 15mila copie.

    fumetti delle tartarughe ninja
    Le Tartarughe Ninja nella loro versione originale. Foto: Google/Riproduzione.

    Il successo in un'epoca priva dei mezzi tecnologici odierni è stato in gran parte dovuto al passaparola dei lettori, che hanno elogiato la sceneggiatura di Eastman e Laird, con quattro forti tartarughe che non lasciavano nulla a desiderare rispetto ad altri personaggi, come demolitore, una delle influenze delle tartarughe.

    Tuttavia, il più grande successo dei personaggi è avvenuto in televisione. La storia inizia nel 1987, quando Marco Freedman, dirigente del marchio specializzato in giocattoli Giocattoli dei compagni di gioco ha mostrato interesse nel realizzare bambole tartarughe Ninja.

    Tuttavia, le trattative per i giocattoli prevedevano la produzione di una serie animata che coinvolgesse i quattro personaggi e il loro universo. La produzione di questa serie è stata vista come un modo per sfruttare il marchio di tartarughe Ninja e aumentare le vendite di giocattoli.

    giocattoli tmnt
    Migliaia di giocattoli delle Tartarughe Ninja sono stati venduti nel tempo, confermando lo status del gruppo come fenomeno pop. Foto: Pinterest.

    Sulla scia di altre celebri produzioni che hanno subito la stessa sorte — He-Man e i padroni dell'universo e Comandi in azione, ad esempio: il tartarughe Ninja Sono stati prontamente portati nell'universo televisivo.

    Nel 1987, l'animazione prodotta da Murakami-Wolf-Swenson, Inc inizialmente mostrato in 5 parti. Con l'immediato successo del cartone animato, anche le vendite dei giocattoli lanciati hanno raggiunto cifre impressionanti. Per curiosità, il programma televisivo è stato trasmesso su 125 stazioni in tutto il mondo, mentre i fumetti sono riusciti a raggiungere 125mila copie al mese.

    Il disegno del tartarughe Ninja è stato reso pubblico con una serie di modifiche. Le tartarughe iniziarono ad avere colori diversi, non indossando più solo strisce rosse. Così sono cambiate anche le personalità, conferendo maggiore leggerezza agli episodi.

    Un'altra modifica è anche l'origine di Maestro Splinter, che nel disegno rappresenta una sorta di mutazione. Ciò che vale la pena dire è che l'animazione ha subito diverse modifiche per soddisfare la maggior parte dei bambini. Pertanto, è stato più interessante scommettere su altri elementi oltre al sentimento di vendetta, ad esempio.

    Pertanto, la sceneggiatura del fumetto era più concentrata tartarughe Ninja e la sua saga per combattere i nemici - destruidor, Bebop e rocksteady. Ci furono anche cambiamenti negli scagnozzi dei nemici, che ora erano rappresentati da androidi.

    La serie animata fu un successo, raggiungendo le 10 stagioni e terminando la messa in onda nel 1996. La trasmissione seguiva il palinsesto americano e, all'inizio, la serie veniva sempre trasmessa il sabato mattina, successivamente dal lunedì al venerdì.

    I primi film

    Con un tale successo nell'animazione, non ci volle molto perché tartarughe Ninja raggiungere altri formati e raggiungere così gli schermi cinematografici. Il primo film del quartetto ha debuttato nel 1990 ed è stato ben accolto, considerando il suo modesto budget di 13,5 milioni di dollari.

    Primo film sulle Tartarughe Ninja
    Il debutto cinematografico di Teenage Mutant Ninja Turtles ebbe luogo nel 1990 e fu un successo. Foto: New Line Cinema/Divulgazione.

    La storia porta il salvataggio di Aprile O'Neil da tartarughe Ninja, che la portano prontamente nelle fogne di New York per ulteriori cure. Lo svolgersi della storia porta la partecipazione di Casey Jones, che insieme agli altri personaggi cercano di combattere un'organizzazione criminale comandata da destruidor.

    Trailer del debutto di Teenage Mutant Ninja Turtles al cinema, nel 1990.

    La produzione era responsabile Nuova linea Cinema e ha portato dentro i personaggi live-action, con caratteristiche visive e costumi molto simili all'animazione. Il film, però, è stato visto male dalla critica ma non dal pubblico (il 42% della critica sui siti specializzati, mentre il punteggio dato dal pubblico è dell'81%), che ha riempito le sale di tutto il mondo per vedere la prima dell'amato film. tartarughe.

    Il film ha guadagnato più di 130 milioni di dollari ed è stato considerato, fino al 1999, il film più redditizio realizzato in modo indipendente. Nel suo anno di debutto, il primo lungometraggio di tartarughe Ninja è riuscito ad essere responsabile del nono botteghino più alto a livello mondiale.

    Film sulle tartarughe ninja
    Il sequel sul grande schermo arrivò nel 1991. Foto: New Line Cinema/Disclosure.

    Il secondo film seguì la stessa formula ed uscì nel 1991, con il titolo Tartarughe Ninja 2: Il segreto di Oze. In questa sequenza le tartarughe appaiono senza armi e combattono con le mani. La storia si concentra anche sugli elementi che permeano l'origine del tartarughe Ninja e Maestro Splinter.

    Nel complesso il film non ebbe molto successo e fu classificato come un seguito che non aggiungerebbe nulla. Il budget del film era di 25 milioni di dollari, riuscendo a raccogliere circa 79 milioni di dollari. Molto meno della prima caratteristica della classe.

    Questo primo blocco di produzioni cinematografiche ha portato con sé un altro film, questa volta il terzo in questo formato live-action. La storia di Tartarughe Ninja adolescenti mutanti 3 è ambientato nel Giappone del XVII secolo e nei trasporti nel tempo Aprile e tartarughe al sito. Durante il film, il tartarughe Ninja cercare di salvare Aprile O'Neil, oltre a trovare Michelangelo, mentre combattono il cattivo, Signore Norinaga.

    Tartarughe Ninja 3
    L'ultimo film del primo blocco di produzioni di Teenage Mutant Ninja Turtles non è stato entusiasmante. Foto: Shutterstock.

    Per quanto il terzo film abbia cercato di salvare alcuni elementi del primo, questo lungometraggio di Teenage Mutant Ninja Turtles è considerato il peggiore di tutti, e gran parte di esso è criticato per la sceneggiatura meno profonda e talvolta visto come pigro.

    Il terzo film di questa prima fase di Teenage Mutant Ninja Turtles aveva un budget di 21 milioni di dollari e ha incassato l'equivalente di 54,5 milioni di dollari al botteghino. È stato il malinconico addio delle quattro tartarughe agli schermi cinematografici, in questa prima visita.

    Nuove apparizioni

    Nel 2007, il tartarughe Ninja è tornato sugli schermi cinematografici con il lungometraggio Tartarughe Ninja – Ritorno. Realizzato con immagini al computer, il film presenta quattro tartarughe che salvano New York dei pericoli di Massimo Kong. Il film, che ha incassato 52 milioni di dollari, è stato presentato Chris Evans, Patrick Stewart e Sarah Michelle Gellar

    Ritornano le tartarughe ninja
    Dopo una pausa dalle produzioni cinematografiche, le tartarughe sono tornate nel 2007. Foto: Pinterest.

    Con un aspetto piuttosto strano, il tartarughe Ninja apparso in Le tartarughe ninja, dal 2014. reboot La serie di successo ha portato molte persone nei cinema di tutto il mondo e ha raccolto 1 miliardo di R$. La Cina è stata responsabile dell'aumento del botteghino, contribuendo ad aumentare le entrate totali del film, stimate in 434,6 milioni di dollari.

    Con tale successo, ha seguito un altro film, Tartarughe Ninja: Fuori dall'ombra (2016). Il secondo titolo del sequel non è stato molto entusiasmante e nemmeno nomi come Megan Fox (April O'Neil), Tony Shalhoub (Splinter) e Brian Tee (Shredder) hanno garantito un terzo film del gruppo.

    Questo secondo film aveva un budget stimato in 135 milioni di dollari e un botteghino di 245 milioni di dollari, molto meno del suo predecessore, considerato un fenomeno di botteghino in tutto il mondo.

    Foto delle nuove tartarughe ninja
    Le Tartarughe Ninja sono apparse con un nuovo look, molto diverso da quello degli anni '1990. Foto: Pinterest.

    L'ultima avventura nei cinema delle tartarughe è stata il film Teenage Mutant Ninja Turtles: Caos mutante (2023). Il film ha buone scene d'azione e il divertimento è assicurato. Nomi come Seth Rogen e Jackie Chan prestano la loro voce per dare vita ad alcuni personaggi. L'ultimo film ha avuto un discreto successo al botteghino (ha incassato 135 milioni di dollari) e ha ricevuto un sequel, la cui uscita sugli schermi di tutto il mondo è prevista per il 9 ottobre 2026.

    Tartarughe Ninja IV: Tartarughe nel Tempo

    La presenza di tartarughe Ninja esteso oltre gli schermi televisivi e cinematografici e l'avventura delle quattro tartarughe guidate da Maestro Splinter è finito nei videogiochi. Gli anni '1990 hanno potuto presentare ai fan di tutto il mondo i giochi del franchise. Passeggiando tra i portici e poi le console dell'epoca, i tartarughe Ninja sono stati un grande successo tra molti giocatori.

    Tra tutti i giochi rilasciati, il momento clou è Tartarughe Ninja IV: Tartarughe nel Tempo, idealizzato da Konami. Inizialmente creato per la sala giochi, il gioco è apparso per il Super Nintendo, suscitando la curiosità degli appassionati.

    Il gioco, con stile picchiarli, è una bastonata dall'inizio alla fine. La storia inizia quando, in una notte casuale, gli abitanti delle fogne di New York vegliano April O'Neil riferendo che la Statua della Libertà era stata rapita da a Krang gigante. 

    Dopo quello che è successo, Shredder (o destruidor) appare sullo schermo e la caccia ha inizio. Al tartarughe Ninja Semplicemente non contavano su viaggi nel tempo inaspettati. Così Raffaello, Leonardo, Michelangelo e Donatello si imbarcano nell'avventura e affrontano vari pericoli per salvare la Statua della Libertà. 

    Provenienti dalla sala giochi, i personaggi sono entrati nell'universo di Super Nintendo attraverso la porta d'ingresso. Il gioco, sviluppato per la console 16 bit da grande no ebbe numerosi miglioramenti. I personaggi appaiono in modo simile al famoso cartone animato e ognuno di loro ha il proprio stile di combattimento durante le fasi del gioco.

    Prima fase del gioco per SNES.

    Con una grafica molto elaborata per l'epoca, Tartarughe Ninja IV: Tartarughe nel Tempo Presenta inoltre al giocatore un gameplay intuitivo senza grossi problemi. Sono 10 fasi in cui le tartarughe viaggiano nel tempo, affrontando i ninja del clan Pé, fino ad arrivare allo scontro finale con i destruidor

    Il gioco inizia su un ponte di New York e poi le fasi si svolgono in altri ambienti cittadini, come le fogne. Al Super Nintendo è prevista una fase al Technodrome, sede del destruidor.

    Foto di tartarughe nel tempo snes
    Foto: Konami/Divulgazione.

    Dopo questa fase, il tartarughe Ninja vengono trasportati dal loro nemico in un viaggio nel tempo che inizia nella Preistoria, passa attraverso una nave pirata, attraverso il selvaggio West, va al futuro (ci sono fasi nel 2020 e nel 2100) e ritorna allo scontro finale, nel presente di partita nel 1992.

    Il risultato finale di Tartarughe Ninja IV: Tartarughe nel Tempo È abbastanza positivo, poiché riesce a offrire divertimento con dettagli ben curati e un gameplay solido e facile per i fan del bonario quartetto.

    Altri giochi

    Tartarughe Ninja (1989) – NES

    Il debutto di tartarughe Ninja nei videogiochi è successo nel 1989, nel gioco uscito per il Nintendo (NES). Il gioco è stato creato da Konami, ma per poter essere venduto negli Stati Uniti, per motivi burocratici, venne distribuito da Ultragiochi.

    Il gioco è ambientato a New York e, durante le fasi, il giocatore può scegliere una qualsiasi delle quattro tartarughe. Esistono sei diverse fasi, con le rispettive missioni da seguire. Il gioco fu un successo e divenne leggendario, oltre ad essere riconosciuto per la sua difficoltà.

    Tartarughe Ninja (1989) – Arcade

    La versione arcade arrivò nello stesso anno e, nelle macchine arcade, a seconda della versione, quattro giocatori potevano giocare contemporaneamente, ciascuno con la tartaruga che preferiva.

    Il gioco stesso è ispirato al cartone animato e questo è evidente nella grafica e nel design di ogni personaggio e scenario. Nel miglior stile picchiarli, tartarughe Ninja Hanno sfidato i loro nemici in fasi piene di divertimento.

    Il gioco è stato un successo in tutto il mondo, soprattutto in Nord America. Alla fine del 1990, il Konami era già riuscito a vendere 20mila unità di macchine arcade con il gioco al di fuori del Giappone, di cui 14mila negli Stati Uniti.

    Teenage Mutant Ninja Turtles II: Il gioco arcade (1990) – NES

    Dopo il clamoroso successo della versione arcade, il Konami produrrebbe la versione del gioco Teenage Mutant Ninja Turtles II: Il gioco arcade su NES. La consolle 8-bit da Nintendo riceverebbe una fantastica versione del gioco, originariamente realizzata per macchine arcade, piena di funzionalità che migliorerebbero l'esperienza.

    Questa versione per Nintendo È un classico della console. La grafica non lascia nulla a desiderare, nonostante tutte le limitazioni imposte al videogioco. È anche considerato uno dei giochi più difficili da battere, richiedendo un po' più di attenzione da parte del giocatore, ma niente di impossibile.

    Tartarughe Ninja III: Il Progetto Manhattan (1991) – NES

    Questo è il terzo gioco della serie per Nintendo. Seguendo la stessa proposta, l' picchiateli per la console ha sostanzialmente gli stessi controlli del primo gioco della serie. In totale, ci sono otto fasi in cui i giocatori devono affrontare le avventure più diverse.

    Durante una vacanza in Florida, tartarughe Ninja stanno guardando le notizie, quando Aprile O'Neil viene rapito da destruidor, che mette in pericolo anche il destino di tutta New York. Inizia allora un viaggio alla ricerca del risparmio Aprile e Big Apple.

    Tartarughe Ninja: Il colpo all'iperpietra (1992) – Mega Drive

    La prima partita di tartarughe Ninja fatto da Sega Inizialmente suscitò sorpresa, ma subito dopo fu ben apprezzato per il videogioco. Il gioco utilizza alcuni elementi di altri titoli, essendo influenzato dalla versione arcade e, ancor di più, dalla versione di Tartarughe nel tempoDi Super Nintendo.

    Le caratteristiche sono elementi con molto colore e fasi simili al gioco ispiratore. In totale, il giocatore deve attraversare 5 scenari, che terminano con lo scontro finale con destruidor, al Tecnodromo.

    Trilogia di Gameboy e giochi di combattimento

    Durante l'altezza di tartarughe NinjaNegli anni '1990 anche altre console ottennero giochi con personaggi accattivanti. Il primo gioco rilasciato per gameboy era Teenage Mutant Ninja Turtles: La caduta del clan dei piedi (1990), un gioco in stile piattaforma, con cinque fasi in totale.

    Game Boy tmnt
    Debutto di Teenage Mutant Ninja Turtles su Gameboy. Foto: Google/Riproduzione.

    Subito dopo arrivò il momento di essere rilasciato. Tartarughe Ninja II: Ritorno dalle fogne (1991), che aveva sostanzialmente la stessa trama del primo gioco, con la differenza di avere miglioramenti grafici.

    Per chiudere la trilogia, era giunto il momento di essere rilasciati gameboy il gioco Teenage Mutant Ninja Turtles III: salvataggio radicale, nel 1993. Considerato il miglior gioco per console, è possibile esplorare una mappa sfruttando le abilità di ciascuna tartaruga.

    Tmnt su Gameboy
    Il secondo gioco della serie per Gameboy. Foto: Google/Riproduzione.

    Instancabile nei videogiochi in questa prima fase della vita, il tartarughe Ninja apparivano ancora con titoli diversi rispetto a quelli a cui i fan erano già abituati. È proprio così Tartarughe Ninja: Combattenti da Torneo, pubblicato nel 1993 per il SNES e Mega Drive e nel 1994 per il NES.

    In questi titoli, il tartarughe Ninja Partecipano ad un torneo con altri giocatori, per scoprire chi è il più forte. Nei giochi puoi scegliere personaggi come Aprile O'Neil e anche il destruidor, oltre al tartarughe Ninja e altri personaggi.

    Oggi le Tartarughe Ninja

    Dopo quella notte della creazione, Kevin Eastmann e Pietro Laird Non avrebbero mai immaginato che le tartarughe progettate in modo strano avrebbero avuto un così grande successo in tutto il mondo. La verità è che subito dopo l'invenzione, tartarughe Ninja Hanno raggiunto la celebrità quasi istantaneamente.

    Tartarughe Ninja di Nickelodeon
    Dopo essere state vendute a Nickelodeon, le Tartarughe Ninja sono apparse in una nuova serie. Foto: Nickelodeon/Disclosure.

    Il franchise divenne un business redditizio, con lo sfruttamento dell'immagine del quartetto e di tutti gli altri personaggi su diversi media, che includevano inserzioni in televisione - con le serie animate -, film nelle sale cinematografiche, responsabili da sole di muovere circa 310 milioni di dollari, oltre a giocattoli e oggetti di ogni genere.

    Fin dalla sua creazione, i diritti di tartarughe Ninja erano di proprietà del Gruppo Miraggio, che finì per vendere i diritti del franchise per 60 milioni di dollari Gruppo Viacom, che ne detiene i diritti supremo e Nickelodeon.

    L'accordo è stato siglato nel 2009 e il nuovo produttore ha creato una serie, che è stata pubblicata nel 2012. L'ispirazione per la serie è venuta dagli episodi originali, anche se esploravano in modo leggermente più acuto le scene di aggressione e di combattimento del tartarughe Ninja.

    Oltre ai giochi Arcade, Nintendo ou Super Nintendo, la figura di tartarughe Ninja era presente anche su altre console, come PlayStation, così come è possibile riprodurre le avventure delle tartarughe anche nei videogiochi.

    Per celebrare questo successo dei personaggi, nel 2022 è stata lanciata la serie La Collezione Cowabunga, che aveva 13 titoli originali da tartarughe Ninja, disponibile, anche per PlayStation. Tra i giochi presenti nella collezione ci sono la prima versione arcade, oltre a quella classica Tartarughe nel tempo.

    Collezione fotografica cowabunga
    La collezione presenta le classiche Tartarughe Ninja. Foto: PlayStation Store.

    Inoltre, il tartarughe Ninja sono stati recentemente sul grande schermo, con il lungometraggio Teenage Mutant Ninja Turtles: Caos mutante (2023). Il film ha avuto un costo stimato di 70 milioni di dollari e ha incassato 135 milioni di dollari in tutto il mondo.

    As tartarughe Ninja ho anche ricevuto un gioco, pubblicato nel 2022. Disponibile per PS5, PS4, Nintendo Switch, Xbox One e PC, Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge E 'stato un grande successo. L'avventura è nel miglior stile picchiarli e ha raggiunto la soglia di 1 milione di copie vendute in una sola settimana dall'uscita.

    Vedi anche

    Fonti: Ora, Pedia della tartaruga, New York Times

    Testo corretto da: Pedro Bomfim

    Lascia un commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

    Related posts