soullessgames

23 giochi soulslike per chi amava Elden Ring

Pedro Bomfim Avatar
Giochi soulslike: cosa sono, dove vivono, come mangiano? Tutto questo ora, su Showmetech, più una lista di 23 esempi fondamentali per conoscerli.

Bene, a questo punto dei giochi digitali, è difficile per gli appassionati del genere non avere familiarità con il termine. simili a anime. Ad ogni modo, presto spiegheremo un po' di lui a chi non lo conosce. Quindi prepariamo un robusto elenco di giochi simili a anime per chi ama arrabbiarsi, farsi picchiare, memorizzare schemi di bracciate e perdere calorie e ancora calorie nel sudore, tutto frutto della necessità di superare ostacoli e sfide, anche nei giochi.

Da titoli familiari a gemme nascoste, ovvero da simpatici insetti, cavalieri e personaggi di anime a scarabocchi, amebe e simili, scopriamo questa miniera d'oro di gioco simili a anime. E non dimenticare, essere arrabbiati fa parte dell'apprendimento. Vale la pena ribadire, tuttavia, che questo elenco è soggettivo, così come la categorizzazione del genere, quindi non offenderti se un determinato gioco appare qui o meno.

Cosa sono i giochi soulslike?

In generale, giochi simili a anime sono quelli che prendono in prestito caratteristiche dal Franchising di animeDi FromSoftwareCome Souls Demone, Dark Souls e, più recentemente, Elden Ring🇧🇷 Sebbene Elden Ring non appartenga al franchise, come suggerisce il nome, possiamo considerarlo un fratello più sviluppato in tal senso, visto che il produttore ha applicato al mondo di Elden Ring molti degli studi effettuati con i giochi precedenti.

Giochi soul per chi amava elden ring
Ricordalo? Lodare il sole, fratello. (Immagine: vapore)

ci sono alcuni caratteristiche simili che consentono il raggruppamento di determinati giochi nel genere. Ad esempio, i personaggi hanno spesso una barra dell'energia e/o della magia oltre ai loro punti ferita. Un altro punto di convergenza è la presenza imminente della morte, ovvero la possibilità che il personaggio muoia ripetutamente finché non si comprendono le meccaniche di un boss, nemico o ambiente. non mi piace il roguelike, per esempio, qui la mappa non cambia a caso, rimane perenne; ciò che può cambiare è la strategia del giocatore.

località intermedie sono anche di solito stabiliti, in modo da fornire a posto di controllo, o punto di riposo, per recuperare vita, energia, incantesimi e simili — e, di conseguenza, far rivivere i nemici in quella particolare zona. Inerte a questo è la perdita di oggetti quando muori, cioè, se fallisci da qualche parte, rianimati nel posto di controllo e muoiono prima di raccogliere gli oggetti smarriti, andranno persi definitivamente.

tu schivi rappresentano un altro strato di tessuto viscoso responsabile della formazione del cuore del genere, anch'esso direttamente correlato alla barra energetica. E, parlando di nuovo di lei, ci sono dei parallelismi con Fiaschetta Estus di Dark Souls, ovvero pozioni che curano la vita o la magia, a seconda della corporatura del personaggio e delle preferenze del giocatore.

mappa dei giochi soulslike
La mappa dei giochi soulslike è interconnessa. Nell'immagine, la mappa del primo Dark Souls. (Immagine: SoulsWiki)

C'è chi sostiene che anche il design delle mappe possa essere un fattore importante nella definizione del genere del gioco. Ad esempio, Dark Souls ha un mappa interconnessa e abbastanza vasto; lo stesso vale per alcuni dei giochi simili a anime dalla lista, come Salt and Sanctuary, Blasfemo eccetera. Non è esattamente obbligatorio, ma ehi, le classificazioni, in generale, tendono ad essere arbitrarie, il che crea persino ambiguità riguardo al termine simili a anime da critici e giocatori. Nel caso in cui tu sia interessato ad avventurarti in questa discussione e saperne di più sul genere, le sue caratteristiche, se in effetti è interessante chiamarlo genere a sé stante e simili, alla fine lascerò alcune fonti per la lettura.

Poiché questo post intende mostrare solo alcuni giochi, mettiamoci al lavoro. Allego anche la nota data dal Metacritic, aggregatore di recensioni di giochi, film, musica, serie e quant'altro si voglia — posizionando rispettivamente la più bassa e la più alta, in quanto variano a seconda della piattaforma utilizzata. Non allarmarti se lo sono anche diversi giochi metroidvania ou roguelike, dopotutto, i tre formano praticamente la triade del giocatore contemporaneo.

giochi soulslike in 2d

Giochi come Elden Ring non devono necessariamente essere in un formato tridimensionale per essere difficili, di successo o buoni. Quindi non c'è da meravigliarsi che una vera e propria legione di giochi simili a anime in 2D è diventato parte dei negozi virtuali. Tra questi, ovviamente, ci sono alcuni titoli di dubbia qualità, ma molti sono anche ottimi, come vedrai di seguito. A scopo di chiarimento, verranno presi in considerazione i giochi simili a anime in 2D e 2.5D.

Blasfemo

Punteggio non metacritico: 77% - 82%

Aprendo questa finestra di frustrazione e appagamento, abbiamo Blasfemo, un gioco molto particolare con un tema davvero unico. Sembra sciocco dirlo, ma il gioco, sviluppato da The Game Kitchen, è fortemente influenzato dall'estetica cattolica romana e, più specificamente, spagnola. L'utente prende il controllo di un pellegrino sopravvissuto dal Confraternita del Dolore Silenzioso che ha bisogno di esplorare il mondo di Cvstodia in cerca di... redenzione? Vendetta? Spiegazione? Beh, non puoi saperlo con certezza, ma sentiti libero di inventare le tue teorie.

Uno dei punti di forza del gioco è il direzione artistica, che si fonde perfettamente con il gameplay presentando bizzarre mostruosità create dal fenomeno chiamato Il miracolo. Questo fenomeno a volte benedice i cittadini di Cvstodia, ma anche maledizioni in modi crudeli e brutali. È il dovere del penitente, con la sua spada Mea Culpa, scopri tutto quello che c'è da sapere su questo strano evento.

Curse of the Dead Gods

Punteggio non metacritico: 78% - 90%

Curse of the Dead Gods è roguelike - lo vedrai roguelike e giochi simili a anime di solito convivono la stessa esistenza — con elementi strettamente legati al simili a anime. egli è disponibile gratuitamente questo mese per gli abbonati PS Plus, con FIFA 22 e Tribes of Midgard🇧🇷 Il suo stile mi ricorda molto Darkest Dungeon, ma in un formato 2.5D che ti mette nei panni di un avventuriero che entra in una grotta e vi rimane intrappolato; ha bisogno di scappare, ma per farlo deve anche superare le sfide imposte dai tre dei morti.

Il gioco può anche salvare la memoria di Percorso dell'esilio e altri giochi del genere per il sistema di combattimento, cadere di elementi e progressione ripetitiva. Non che questo sia un male, anzi, ma sappi che dovrai rifare i livelli più e più volte per raggiungere la vittoria finale. Schivare e fermare i colpi (il famoso parare) sono presenti, così come la barra dell'energia, che, qui, sono in realtà cinque palline che indicano il respiro rimanente.

La mossa della morte

Punteggio non metacritico: 71% - 81%

Un altro dall'elenco dei giochi non così selezionati simili a anime che in realtà assomigliano di più roguelike, La mossa della morte ti mette nei panni del braccio destro della Morte, problema, dimostrando che raramente i titoli vengono scelti a caso. Qui avrai classi, che incorporano anche elementi RPG e, proprio all'inizio del gioco, potrai scegliere la tua preferenza: preferisci evocare miracoli o brandire una spada chilometrica? La domanda rimane.

Il gioco è interessante perché prende molto sul serio anche la parte delle scommesse. Puoi, ad esempio, scambiare i tuoi oggetti curativi con un potenziamento del danno o altro pelle di bufalo quando si affronta un capo. Inoltre, quando muori in uno di questi boss, non perdi tutto direttamente, come è comune in questi giochi; il giocatore perde solo gli stessi oggetti curativi, che possono essere recuperati nel modo classico o acquistati nuovamente. Alla fine dello scorso anno è stata rilasciata una versione 2.0 del gioco, chiamata vita dell'aldilà, con più boss, armi e mappe, quindi divertiti.

Anime più anziane

Nota non metacritica: 76% - 80%

Em Anime più anziane, che, diciamocelo, ha un rapporto molto chiaro con i giochi simili a anime, devi sconfiggere diversi boss di fila in un altro sottogenere noto come corsa del capo. La storia è relativamente semplice, con gli dei che vengono imprigionati, fuggono e si vendicano dell'umanità per questa trasgressione divina. Naturalmente, questa vendetta si presenta sotto forma di creature selvagge il cui obiettivo è fare a pezzi tutto ciò che esiste.

Prendi il controllo di un giovane e della sua spada simpatica dal Minecraft - bugia, è solo fatto di ossidiana, ma è difficile tracciare parallelismi che non si riferiscano all'amato gioco di costruzione quando viene usata quella parola. Ad ogni modo, puoi sviluppare i poteri del personaggio principale come preferisci, con una libertà irragionevole in questo senso.

Ender Lilies

Punteggio non metacritico: 84% - 88%

Un altro dalla lista metroidvania adesso. Non so esattamente fino a che punto l'aggettivo carino possa descrivere un gioco in questa lista, ma probabilmente il più vicino sarà Ender Lilies🇧🇷 Prendi il controllo di una ragazza, l'ultima sopravvissuta di un clan di sacerdotesse, nel bel mezzo di un mondo desolato e apocalittico. Queste sacerdotesse erano note per la loro capacità di purificare le anime, e questo è il compito dell'amichevole protagonista.

Il problema è che il mondo è pieno di nemici assetati del sangue della giovane donna, e l'unico in grado di proteggerla è un cavaliere, o, più precisamente, l'anima di un cavaliere donatale dalla penultima sacerdotessa. Insieme a lui, devi purificare e salvare quanti più abitanti possibile, facendo attenzione a non morire per mano dei rancidi che popolano l'ambiente distrutto.

GRIME

Punteggio non metacritico: 81%

Non correlato all'omonima giovane celebrità, il gioco GRIME ti mette a capo di... non ne sono sicuro. Una pietra, forse? Un cugino di Cosa meno pompato? Un buco nero che ha creato la vita e ha deciso di assemblare un'armatura dai massi? Bene, il cielo è il limite, così come l'immaginazione. Ciò che conta è che affronti nemici geometricamente strani nel gioco e puoi assorbire i boss per ottenere i loro poteri, una specie di a Mega Man incontrandosi con Dark Souls.

Il senso è ciò che meno cerchiamo qui, ciò che conta è la frustrazione nel tentativo di assorbire e reindirizzare una lancia e fallire miseramente. Vale molto per il concetto e la violenza gratuita che hai sempre voluto aggiungere Simulatore di roccia, ma non ce l'ha mai fatta. Ricorda sempre che qui non stai difendendo, ma assorbendo, per quanto folle e surreale possa sembrare.

Hollow Knight

Punteggio non metacritico: 85% - 90%

Sono sicuro che qualcuno mi offenderà per aver messo quel titolo qui, ma la lista è mia, quindi farò come mi pare, grazie. Ciò che mi ha spinto a presentarlo sono state alcune meccaniche che si adattano alla descrizione, come la deviazione, le mappe collegate e il sincronizzazione corretto per affrontare i capi. No, non sono gli unici nel loro genere, ma penso che valga sempre la pena raccomandare qualsiasi giocoleria categorica Hollow Knight, uno dei migliori giochi degli ultimi anni.

Non c'è un solo pezzo di questo titolo che non sia realizzato magistralmente, dalla colonna sonora agli incontri con gli NPC. Tutto è estremamente raffinato e dinamico. Il gioco inserisce il giocatore in un mondo degno di La vita dell'insetto, maledetto da una piaga infettiva che trasformò gli abitanti di Il più santo in creature ostili o, per tracciare un parallelo, vuoto, vuoto. Il dovere del ranger solitario è scoprire la fonte di questa infezione e contenerla.

Fiume del bottino

Punteggio non metacritico: 74% - 77%

Rilasciato la scorsa settimana, Fiume del bottino è un giochino molto carino con una meccanica relativamente innovativa: puoi usare piccole isole per spostarti sulla mappa che, come suggerisce il titolo, è formata da un fiume. Ciò significa cambiare piattaforma per affrontare i nemici, scappare, cambiare altezza e calcolare percorsi per non essere colti di sorpresa, il tutto in una marea di combattimenti impegnativi e potenzialmente disastrosi.

A differenza della stragrande maggioranza degli altri giochi della lista, non ho giocato a questo, quindi non posso darti una panoramica della storia, ma sembra che parli di un viaggio a monte del fiume il cui scopo nascosto dovresti scoprire nel primi minuti di gioco. gameplay. Ciò che attira maggiormente l'attenzione, in questo caso, è il sistema di trasporto differenziato con blocchi.

Lucah: Nato da un sogno

Punteggio non metacritico: 79%

Lo stile di questo potrebbe spaventare molte persone, ma non abbiate paura e non rifiutate le novità: è un bel gioco ispirato a Dark Souls, con una direzione artistica unica e piuttosto coinvolgente. I comandi di base, come si può immaginare, sono qui, come schivare, attaccare e bloccare, così come i già affermati mostri impegnativi dei giochi del genere. In ogni caso, sembra che sia stato disegnato da quell'amico talentuoso che avevamo tutti a scuola, ma che, come tutti gli artisti, strappa il disegno a metà perché lo trova brutto, il che è già un buon indicatore di qualità.

Lucah: Nato da un sogno è un'avventura surreale che ti mette nei panni di... Lucah, che deve affrontare i suoi demoni, letteralmente, mentre si materializzano e stanno per consumarlo nel suo mondo dei sogni - guarda il titolo che gli rende giustizia di nuovo. Per sconfiggerli puoi usare i Mantra, che funzionano come gli incantesimi del titolo, e molta pazienza.

Salt and Sanctuary

Punteggio non metacritico: 80% - 84%

Uno dei primi giochi simili a anime che mi sono avventurato dopo i principali del franchise FromSoftware, Salt and Sanctuary è semplice ma sorprendente. Oltre all'ovvio riferimento, è anche fortemente influenzato da Game of Thrones, dando un assaggio easter eggs appassionati di serie/libri. L'arte non è estremamente elaborata o innovativa, ma fa il lavoro e conferisce persino un fascino da cartone animato al titolo, specialmente con i boss.

A differenza di altri titoli nella lista dei giochi simili a anime, questo è molto più attratto dal formato Souls anche senza molti elementi di roguelike, metroidvania e altri. Invece delle anime, tuttavia, il carburante del personaggio è il sale, come suggerisce il titolo. Ci sono anche diverse gilde, ognuna con vantaggi e svantaggi, e persino una per cambiare il finale che il giocatore ottiene.

Titan Souls

Punteggio non metacritico: 73% - 74%

Titan Souls ricorda un po' un altro gioco già citato in precedenza, in questo caso, Anime più anziane, e non solo per la somiglianza linguistica. È anche un corsa del capo, ovvero affronti i boss in sequenza fino a raggiungere l'obiettivo. Non ci sono molti colpi di scena e la storia è molto semplice: si prende il controllo di un eroe che, con una sola freccia, deve affrontare i titani incaricati di salvaguardare frammenti di un'anima superiore, che governa tutti gli esseri viventi.

La mancanza di profondità della storia, tuttavia, è compensata dalla velocità e dal pensiero tecnico necessari per affrontare i boss, la cui difficoltà, già cinica all'inizio, non fa che peggiorare nel corso del gioco. Un altro aspetto interessante è il gameplay, che funziona su base colpo singolo, cioè basta un solo colpo per morire; la buona notizia è che lo fanno anche i capi.

INCREDIBILE

Punteggio non metacritico: 84% - 88%

INCREDIBILE è un gioiello nazionale di altissima qualità, creato dall'incredibile Tiani Pixel e Fernanda Dias, dello studio pixelpunk. Si Mega Man e Dark Souls avesse un figlio, come sarebbe? Bene, la risposta è questo gioco; in esso, tutti quelli che troviamo sono androidi o automi e hanno una data di scadenza, diciamo, giusto, proprio come i replicanti in Blade Runner. Alcuni vivranno un anno, altri una settimana. Questa meccanica è fantastica, in quanto mette il giocatore a scegliere il destino di alcuni NPC, che possono persino metterli l'uno contro l'altro.

Inutile dire che anche il linguaggio inclusivo è da congratularsi, il che è sempre un piacere da vedere. Molto curioso anche l'uso del tempo, che mostra la creatività dello studio nel rivitalizzare il genere, che ha sempre più bisogno di cose nuove per rimanere vivo e attivo.

Indegno

Punteggio non metacritico: 78%

Un altro dei giochi simili a anime che rientrano nella categoria metroidvania, Indegno è una vivida rappresentazione della caduta di un guerriero. Ambientato in un mondo grigio, il giocatore non può saltare, sovvertendo un po' il concetto di titoli platform e inserendolo definitivamente nell'universo dei giochi simili a anime, con profondità e un tocco di riflessione.

Chiunque scorra un video potrebbe avere l'impressione che sia un po' bloccato o lento, ma non lo è. Quella sensazione deriva dall'atmosfera - volutamente - opprimente del gioco. Il combattimento, per quanto strano possa sembrare senza i salti, è abbastanza decente e offre diverse sfide per il giocatore.

Vigil: The Longest Night

Punteggio non metacritico: 75%

Chiudiamo la nostra lista dei giochi simili a anime in 2D abbiamo Vigil: The Longest Night, un platform game che ricorda, anche dalla descrizione degli stessi sviluppatori, Salt and Sanctuary. Considerato che il primo è il legittimo erede del simili a anime nell'universo 2D, niente di più giusto che includere anche il gioco qui nell'elenco. La parte più bella è che ha un po' di horror; Ho sempre trovato curioso che nessun titolo puntasse su questa formula, ma va bene così, la vita va avanti.

La protagonista, Leila, è carismatica, così come la sua città, praticamente in rovina. La distruzione è stata causata da una sorta di infestazione soprannaturale che, non si sa, provenisse da una sorta di magia o sogno. O sogna la magia. O sogno magico. O come vuoi chiamarlo, dato che non è molto chiaro, ma ehi, ogni interpretazione è degna di nota, almeno per ora.

giochi soulslike in 3d

Bene, ora le cose cambiano un po'. Se stai cercando avventure più aperte in giochi come Elden Ring, i giochi simili a anime in 3D può dare un nord più preciso. Ricordando che il Elden Ring è abbastanza recente, quindi non allarmarti per la qualità grafica inferiore di alcuni titoli, ma piuttosto cogli l'occasione per celebrare le loro qualità tecniche e la frustrazione che portano.

Fuoco blu

Punteggio non metacritico: 71%

Questo simpatico giochino è il primo dei nostri giochi simili a anime in 3D. Fuoco blu presenta la narrazione di un piccolo personaggio armato di due spade il cui obiettivo è salvare una principessa. Sembra piuttosto semplice, ma lungo la strada dovrai indagare su diversi luoghi per capire cosa è successo nel mondo di Penumbra: il nome da solo è già molto suggestivo di grandi avventure.

L'arte è abbastanza da cartone animato, anche per un gioco 3D, quindi questo potrebbe scoraggiare alcuni giocatori, ma ciò non significa che il gioco sia brutto, anzi. Riesce a sposare perfettamente le meccaniche del genere platform con le meccaniche di gioco classiche. simili a anime, come parate, blocchi e oggetti usati per ripristinare la salute.

Memoria luminosa

Punteggio non metacritico: 55% - 68%

il caro Memoria luminosa ha l'ampiezza più ampia della nostra lista, in gran parte a causa del gameplay limitato. Non dico limitato nel senso necessariamente cattivo del termine, ma perché il gioco dura circa mezz'ora, a seconda della vostra bravura. La cosa interessante è che è stato interamente sviluppato da una sola persona e mescola elementi di gioco simili a anime in uno sparatutto in prima persona. Sembra folle, ma è esattamente quello che succede e il risultato è meraviglioso.

Gli darei anche un punteggio basso semplicemente perché il business è finito, ma la qualità assurda, a maggior ragione se ricordiamo che tutto questo è stato sviluppato da una sola persona, è più che sufficiente per mettere questo gioco sul radar di chiunque chi vuole qualcosa di più rilassato da giocare, divertirsi un po'.

Codice Vein

Punteggio non metacritico: 70% - 75%

L'oppio di otakus, Codice Vein è praticamente quello che hai immaginato non appena hai letto la parola otaku. C'è a chi piace e a chi lo odia, ma sta di fatto che si tratta di un'interessante aggiunta a questa raccolta di giochi ispirati a Dark Souls🇧🇷 Io stesso ero piuttosto eccitato quando è stato annunciato, ma sono rimasto un po' deluso dal prodotto finale. Comunque vale la pena provare, non si sa mai.

Tieni presente che questo è letteralmente le anime oscure incontrano gli anime, che di per sé non significa niente di male, ma non significa nemmeno niente di buono, ammettiamolo. Le armi sono interessanti e il design dei personaggi è accattivante, ma la critica più grande sono le mappe, che sembrano continue ripetizioni di se stesse, senza quel classico tocco di rifinitura in altri giochi della lista, che può causare una certa stranezza e disgusto .

PROSSIMO

Il giovane PROSSIMO non ha una valutazione Metacritic per un semplice motivo: è in accesso anticipato su Steam, il che significa che non è ancora stato rilasciato. È il progetto solista dell'utente mattlawr negli ultimi due anni, il che è fantastico dato che la demo del gioco è una delle cose più divertenti là fuori. E la cosa migliore è che lo sviluppatore legge sempre il file feedback degli utenti, lavorando sul gioco per renderlo ancora più iconico.

In esso controlli uno scheletro che deve sfuggire all'abisso. Questo è tutto. Sembra una piccola cosa, vero? Ebbene, sappiate che lo scheletro è armato di fucile e di una corda che assomiglia più alla catena abbandonata del Scorpione all'inferno. È possibile effettuare combo saltando, sollevandosi ed eseguendo manovre aeree elevate per sconfiggere i nemici, a dimostrazione della versatilità dei giochi. simili a anime.

Going Under

Punteggio non metacritico: 73% - 81%

Forse il più carismatico dei giochi simili a anime dalla lista, Going Under è davvero divertente perché mette il giocatore nell'ambiente aziendale nei panni di Jackie, una stagista presso una società recentemente acquisita da un gigante della tecnologia. Il problema è che tutti gli altri startup che questo gigante acquisito è stato distrutto e i suoi lavoratori trasformati in mostri, il che significa che il nostro impavido collega deve affrontare orde di salariati disgustati per sopravvivere.

Abbastanza unico e con una meccanica di cambio arma molto invitante, il gioco è perfetto per chiunque desideri qualcosa di più diverso, per così dire, dagli scenari dark fantasy che permeano il genere, sia in 3D che in 3D. Fai solo attenzione a non farti venire il mal di testa, perché ci sono troppe luci e colori per allontanarti da esso.

Mortal Shell

Punteggio non metacritico: 74% - 76%

Un altro di cui ho seguito lo sviluppo, Mortal Shell è chiaramente ispirato al franchise Souls, anche se più oscuro e meno amichevole. Invece di varie armi, armature e oggetti, il giocatore può usare quattro mutanti, ciascuno funzionante come una classe. Inoltre, gli oggetti curativi sono meno ricorrenti e hanno un limite; un'altra meccanica inserita che colma questa mancanza è l'assorbimento di vita, che serve a lasciare il giocatore tutto d'un pezzo per periodi più lunghi.

La parte interessante sta nella possibilità di poter cambiare i gusci nelle aree di sosta, cosa che contribuisce a non rendere il gameplay così intonacato, anche con sole quattro classi. Certo, dopo un po', questo di per sé diventa stancante, ma il gioco non è così lungo da diventare un problema, avendo in media le sue 15 ore.

Nioh

Punteggio non metacritico: 84% - 88%

È difficile da classificare Nioh come uno dei giochi simili a anime perché sembra, allo stesso tempo, essere quel tipo di gioco, ma non lo è. Ancora una volta, sottolineo la difficoltà nel definirlo, dato che funziona come un gioco intermedio tra Dark Souls e se stesso Elden Ring, utilizzando meccaniche uniche e interessanti che ti allontaneranno da entrambi, come cambiare posizione e scegliere armi che, di per sé, sono piuttosto diverse.

Ad ogni modo, sia il primo titolo che il suo sequel sono fantastici, ancora di più per chi ama la storia giapponese, e in particolare il Giappone feudale. Saranno presenti molti personaggi classici e saranno un piatto pieno per gli intenditori del genere. Per chi è nuovo all'argomento, non c'è motivo di preoccuparsi, poiché i giochi funzionano altrettanto bene per un gruppo come per un altro.

Remnant: From the Ashes

Punteggio non metacritico: 77% - 81%

Remnant: From the Ashes aveva una premessa ben definita: essere uno sparatutto in terza persona con elementi della serie Souls. Riesce con relativa facilità in questa missione, ancora di più quando si pone l'utente in un mondo devastato pieno di mostri bizzarri e casuali. La cosa interessante è forse in questa parte di casualità, ma allo stesso tempo, questo può lasciare un po' deluso chi ama le storie più lineari. Non che importi, perché se ti piacciono le storie lineari, non sei certo un grande fan dei giochi. simili a anime.

Vale la pena notare, tuttavia, che l'obiettivo del gioco è multiplayer o cooperativo. Ciò significa che è molto più interessante quando riunisci i tuoi amici e ti diverti in alcune sessioni. Considerando che è un po' anziano, forse è difficile trovare persone a caso a questo punto del campionato, ma la speranza è l'ultima a morire.

The Surge

Punteggio non metacritico: 72% - 78%

Entrambi i titoli di The Surge innovare portando la fantascienza nell'universo Souls. Il primo è un po' più tosto, per così dire, dato che è uscito nel periodo iniziale del franchise, ai tempi di Dark Souls e Dark Souls 2. Pertanto, le sue meccaniche, simili a quelle dell'epoca, sono più imperfetto e un po' più lento, ancora di più rispetto al secondo. Tuttavia, entrambi inchiodano la creazione del mondo devastato dalla tecnologia, che è una gradita aggiunta.

Vedi anche

Ti sono piaciuti i nostri suggerimenti? Quindi assicurati di controllare il i migliori giochi di commutazione del 2022.

Fonti: Ananas di ferro, Come Geek, PC Gamer, Games Radar

Iscriviti per ricevere le nostre novità:

1 commento
Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Related posts